settembre 06, 2012

PARIS la ville plus belle du monde #1


Eccoci a Parigi, lo so lo so avrei dovuto realmente staccare dal blog, ma a tutto c'è una reale spiegazione mentre guardavo e scaricavo le varie foto fatte nel primo giorno mi rendevo conto che erano davvero tante troppe, come al mio solito d'altronde, ma con grandissimo mio piacere e stupore mi sono reso conto che le foto belle erano parecchie e che nel mentre le aggiustavo pensavo come farò a raccontare tutto quello che vedrò in una settimana con poche foto in un unico post?!?!?! Allora mi sono detto che dividerò il mio racconto parigino in vari post....(la fortuna di avere un appartamento con la wi-fi) con questo non prometto di postare ogni santo giorno ma cercherò di aggiornarvi come avevo promesso.

Eccovi i primi due giorni...


Primo giorno sveglia alle 7.00 colazione a base di Bonne Maman e luce biancha che entra dalla grande finestra della camera. Si organizza la giornata, Notre Dame come prima tappa. Le colonne sono terse di storia e magia, la luce che entra dalle grandi vetrate creare luci e ombre degne di un Caravaggio ed è tutto lì in un edificio sacro, un concentrato di bellezza ed emozioni. Dopo Notre Dame ci dirigiamo a Louvre per la nostra pausa pranzo davanti a noi una distesa d'erba: le tuileries. E sotto braccio un paio di baguette di Paul  una boulangerie che si trova nei pressi del Louvre scoperta per caso, dato che non era tra gli indirizzi scelti, ma si sa le scoperte sono le migliori, e così è stato il profumo la morbidezza e la croccantezza tutto in un solo sfilatino, buono non ci sono altri commenti. Dopo il sano sole e la vitamina D che mi fa tanto bene è tempo dell'Operà Palais Garnier, il mio tempio il mio sogno, da sempre il posto magico di quell'odore di legno,polvere e velluto rosso, di questo mio sogno tanto sofferto e malato.


Ed eccoci arrivati al secondo giorno parigino, come dire amare questa città mi è inevitabile nonostante la stanchezza e il mal di gambe e piedi. Tema del giorno ARTE, arte a tutto tondo in ogni sua sfaccettatura e in ogni suo aspetto. Louvre come prima tappa che dire e cosa raccontare soprattutto. Partiamo dal fatto che avendo frequentato il liceo artistico e amando le arti figurative per me era come mangiare pane (altra cosa che amo). Dico e avverto che in un solo giorno è quasi impossibile visitare tutto il museo, dunque si parte da una selezione ben precisa su cosa vedere, e la nostra è caduta su artisti italiani e francesi che cosa c'è di meglio.
Seconda tappa d'arte il Museo d'Orsay, l'ho amato!!! Amo gli autori del novecento, impressionismo e post impressionismo Degas,Renoire e compagnia bella. Tutto questo ben di Dio in unico posto, un ex ferrovia che rende il tutto ancora più magico!


Veniamo anche alla parte che riguarda lo stomaco ;)....Continuiamo con un secondo indirizzo a base di lievito e croste croccanti Le Pain Quotidien Boulangerie et Table Communne!
Nelle vicinanze del Palais Royale, un posto che profuma non solo di pane ma di famiglia, di colori giallo ocra, di legno e di farina!! Il mio incontro con questo magnifico posto risale a i tempi di Mosca in quel periodo passavo le mie domeniche mattina a fare colazione a base di Croissant,Brioche e crema alla nocciola, forse sognavo già Parigi! 
Per noi niente colazione, ma una breve merenda con Pain au Chocolat e succo d'arancia fresco, ma sapete quello che quando finisci di berlo si vedono i resti dell'arancia??? Ecco quello!! Con a seguito acquisti a base di mollica per la sera e il pranzo del giorno seguente.


28 commenti:

  1. Sono un'amante del pane anch'io e hai ragione.. le foto sono bellissime! :)
    Buona continuazione del tuo viaggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amo il pane e amo farlo grazie grazie =)))

      Elimina
  2. rimango a bocca aperta...c'est ne pas pour Paris que je connais par coeur mais pour tes photos et la passion que tu mets......chapeau...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mercì =)))....qui l'ispirazione va a mille ho il pc colmo di foto =)

      Elimina
  3. E fai bene Marce, che bello, bellissimo! Come vorrei passeggiare anche io per le vie parigine, tra arte e magia, una baguette sotto il braccio e la reflex sempre pronta. Fai bene a farci vedere il più possibile. Vale assolutamente la pena...bellissimo reportage! Le foto pazzesche, davvero belle, mi fanno rivivere così tanto Parigi. E' bellissimo viaggiare con la mente.
    Bravo Marce, alla prossima,=)
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so mi sento così fortunato =)
      a presto ;)

      Elimina
  4. Che meraviglia! *_*
    E che foto da sogno! Bravissimo Marce! ^^
    Buona continuazione!

    RispondiElimina
  5. ahhhhhhhhhhhhh il pane e, i panini, di paul..... pranzi nel parco del louvre fra passerotti golosi e mia figlia che saltella per portar loro le briciole..... grazie per il tuffo nella mia città del cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prego =)))) mamma mia quei passerotti golosissimi peggio della mia cagnolina XD

      Elimina
  6. I want to go to Paris! Looks like such a wonderful trip.

    RispondiElimina
  7. Paris c'est toujours Paris :)

    a presto!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia, culla del buon cibo pane burro e croissant bellissime foto:)))

    RispondiElimina
  9. Quante meraviglie vedono i miei occhi!! Bravo, approvo, meglio dividere in tanti post Parigi:-)!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Sono. Estasiata.
    Da tutto.

    :)

    RispondiElimina
  11. Mi hai suggerito due posti dove fare la "spesa" per i miei spuntini di settimana prossima!! G-R-A-Z-I-E e buona continuazione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto bene ;) felice di essere stato utile =)

      Elimina
  12. che meraviglia paris! ho vosglia di ritornarci e leggendo il tuo post mi sembra che un pò siano anche lì....
    grazie della condivisione
    iaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. doveroso condividere con voi tutto questo =)

      Elimina
  13. in una manciata di scatti sei riuscito a cogliere l' essenza parigina.. da quando la mia più cara amica si è trasferita lì per lavoro ho la fortuna di poter andare a Parigi più spesso, eppure le tue foto, che nostalgia.....
    p.s.: mi sono imbattuta nel tuo blog qualche giorno fa, ed era da un po' che volevo scriverti, bè, è proprio bello qui, il tuo blog è sensibile, delicato, estremamente elegante.. un animo gentile insomma, come devi essere tu.
    ti abbraccio! e resto in attesa della seconda parte :OP
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena che belle parole quando qualcuno mi dice che le mie foto trasmettono qualcosa è la cosa più bella !!! che fortuna che hai di venire spesso qui in quel di parigi la mia vacanza si sta per concludere domani l'ultimo post...raccolgo ancora qualche foto e sarà tutto vostro
      una abbraccione ti aspetto
      Marcello

      Elimina